default_mobilelogo

Pare di sentire le frasi, le parole, di decine di mamme e di figlie, che litigano, che chiacchierano, che si confessano, si ascoltano, si guardano... Non ci vogliono decenni di femminismo per sapere che lì, nel rapporto madre e figlia, nascono molti dei successi, delle felicità o delle fregature delle donne. Lo racconta con simpatia e sincerità Amanda Sandrelli, cinquant'anni, attrice, che la "libertà delle donne" ce l'ha nel dna: figlia di Stefania Sandrelli, "una mamma che ha sempre lavorato anche in anni in cui in Italia non era così evidente che le donne lo facessero", dice, Amanda sta portando in scena Tale madre e tale figlia con Elena Ferri il 10 e l'11 al Teatro delle donne (Teatro Manzoni) di Firenze-Calenzano e poi in tournée, testo e regia di Laura Forti. Una commedia, con un ritmo serrato, talvolta inquietante, talvolta commovente, su un dialogo tra una madre e una figlia nel luogo più intimo e complice, il bagno, una mattina si preparano, prima di affrontare la giornata: la madre che torna al lavoro dopo cinque anni, la figlia adolescente che cambia scuola. Un testo dove finzione e realtà, esperienza personale e narrazione, emozioni private e sensazioni teatrali si intrecciano e si mescolano. "È per questo che mi piace il teatro, anche vederlo non solo farlo, perché è una esperienza che ti può cambiare, è il luogo dove la vita si oggettiva, prende un senso, il luogo in cui ritrovi le parole di quello che vivi", spiega l'attrice.

 

Al Teatro delle donne (teatro Manzoni) dal 10 al 20 gennaio 2015

Tale madre tale figlia scritto e diretto da Laura Foti
con Amanda Sandrelli e Elena Ferri
scene di Marco Rossi
luci di Carolina Agostini
musiche di Enrico Fink